Week 21: S.K.P e i cavoli miei


Seconda settimana che scrivo il post un giorno in ritardo... è che ultimamente arrivo alla domenica sera che sono stracotta come una frittata di avanzi e distrutta come il futuro lavorativo dei giovani italiani.

Comunque.
Buona sera cari miei preziosissimi lettori. Spero che abbiate avuto una settimana sexy come la mia, fruttuosa come la mia, piena come la mia e un po' meno piovosa e fredda della mia.

Prima di tutto volevo raccontarvi una cosa. Qualche giorno fa ho ricevuto per posta un misterioso pacco dalla forma a dir poco cilindrica proveniente dal Canada (sento un sussulto di allarme arrivare da Berlino...).


Che cosa conterrà questo misterioso pacchetto?
Un tubo gigante di ferrero rocher allo sciroppo d'acero?
La bandiera del Canada rubata nientepopodimenoche dal palazzo del governo?
Un pezzo di lampione di una strada di Toronto?

Naah, siete fuori strada. Guardatemi. Guardate questo blog.
Che cosa avrà mai potuto contenere?



eeesatto, un kanji poster, bitchez! [anche se non ho ancora capito bene perché mi sia arrivato dal Canada...] e non un kanji poster qualunque, questo è un Signor Kanji Poster. Tanto per cambiare ho scoperto della sua esistenza leggendo un post su AJATT, e ho deciso di comprare proprio lui fra tutti perché:
- contiene 2042 kanji
- non sono scritti né nell'ordine di apprendimento giapponese, né nell'ordine del JLPT, ma nell'ordine del libro di Heisig "Remembering the Kanji" (che io sto utilizzando, se vi ricordate)
- è plastificato, quindi ci si può scrivere sopra con i pennarelli da lavagnetta

Tutto questo fa di lui un Signor Kanji Poster. Ripetete con me la preghierina di AJATT:

One Kanji Poster to Rule them All,
One Kanji Poster to Bind Them,
One Kanji Poster to View them All,
and into the Mind Grind Them.

... tuo è il regno, tua la potenza e la gloria nei secoli. Amen.

Ecco, ora che sapete un po' di cavoli miei (sentitevi pure liberi di rilanciare con un piatto di cavoli vostri nei commenti) passiamo al resoconto degli obiettivi. Scusate ma Larry (sempre lui) ha fuso il proiettore, quindi niente slide: oggi presentazione libera.

L'aggiungere nuove frasi ad Anki ogni giorno è andato bene. Pian piano sto diventando più veloce nella selezione e nell'inserimento e sento che presto diventerò una super sayan/cintura nera/madre superiora dell'Anki-do (antichissima arte marziale inventata da un australiano con la voce sexy).
Fare una lista di scuole di fotografia in Giappone è stato divertente e istruttivo (ho imparato un paio di termini tecnici) e il risultato - anche se sto ancora aspettando i consigli di un paio di amici in Giappone - è stato 8 scuole trovate. Ora non mi resta che leggermi tutti i siti internet in giapponese, capire quali sono i prezzi e le condizioni di iscrizione e sceglierne una. Facile.

E per quanto riguarda gli obiettivi di questa settimana - anzi, l'obiettivo... questa settimana la dedicherò a costruire il mio ambiente giapponese: mi procurerò e organizzerò tutto il materiale che mi serve in modo che sia sempre facile da reperire, e soprattutto divertente.

Buon qualsiasi cosa farete questa settimana, ricordatevi che la felicità è come una succulenta mela in cima ad un albero: se vai a prendertela tu, poi quando la mangi è ancora più buona. Soprattutto se la maestra ti aveva espressamente proibito di salire sull'albero.
Che il Signor Kanji Poster vegli su tutti voi.


p.s. non conosco solo quei kanji eh, è che devo ancora finire di cerchiarli.
Ciaaaao!

5 rockers:

  1. Non posso che provare stima per la tua nobile impresa.
    Forse inizio a capire perchè adori così tanto il/i giapppone/se/si...insomma ecco..
    no perchè qui ne ho conosciuti un po' e devo dire che sono proprio dei fighi...non bisogna generalizzare bla bla ma davvero...ho imparato un mucchio di cose da loro...e ovviamente non posso non dire espressamente ad ognuno di loro che ho una carissima amica che si sta fondendo il cervello per arrivare a parlare e a scrivere meglio di loro e credimi...stai diventando una divinità qui...forse è anche semplice visto che la maggiorparte dei giapponesi non segue una religione...ahahahahah....scherzoooooooooooo!! :)
    genki? ummaaa!?!?!! e giù a ridere come matti e io a ruota anche se senza motivo =) It's so funny mi dicono....boooooooooooo...valli a capire sti giappi =)
    take it easy!

    RispondiElimina
  2. Io non posso che dire:

    頑張って!!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao, sono Yuffie di Hanami Blog!
    Vedo che sei ben motivata a studiare i kanji continua così!

    Non ho mai comprato il poster dei kanji, così come non ho mai costruito uno spazio totalmente giapponese (troppo lavoro per togliere le cose che ho nella libreria!). Non è un gran problema, l'importante è che continuo a leggere in giapponese o guardare cose in giapponese. Ho anche cambiato la lingua a Firefox o al mio iPod!

    Comunque se ti dimenticherai dei kanji non fartene un grande problema, anche se ormai lo studio da tempo continuo a dimenticarli, soprattutto quando li devo scrivere XD Mi ha rincuorato sapere che anche i giapponesi li dimenticano... conto prima o poi di risolvere anche questo, anche se scrivere a mano in giapponese non è indispensabile.

    RispondiElimina
  4. EalloraMilanooooh30 maggio 2012 17:42

    Ahahaha il sussulto da Berlino c'è stato eccome!!! E cmq a me i kanji cerchiati sembravano già parecchi...La mia settimana guarda è sexy come la Giorgia appena sveglia

    RispondiElimina
  5. Watermelon: bene bene vedo che hai iniziato ad ambientarti... non vedo l'ora di sentirti per sapere come sta andando!

    Sanchi: いつも頑張るよ!!!

    Yuffie: grazie della visita! Sì penso che l'utilità del crearsi un ambiente giapponese dipenda un po' dall'obiettivo che ci si pone. Katzhumoto di AJATT voleva trovare un lavoro in Giappone, io voglio essere ammessa ad una scuola... se lo facessi solo per passione probabilmente non avrei adottato misure così drastiche ;)

    Ealloramilanoooh: waah che brutto. Madò che brutta immagineeeeeeeeeee

    RispondiElimina

 

Post più popolari